Lavorare da casa, diventare trader online conviene?

Lavorare da casa, diventare trader online conviene?

Cosa bisogna fare per diventare trader e guadagnare con il trading online: cosa studiare e come impostare questa carriera.

Diventare trader di professione

Fare il trader viene essere considerata una vera e propria professione. Il trading online, ha preso piede in Italia, come pratica finanziaria, nel 1999 quando è stata introdotta la nuova regolamentazione che ha permesso l’utilizzo di internet per effettuare operazioni economico – telematiche. E’ un lavoro extra comodo e apparentemente facile, visto che non sembra impegnativo, tuttavia, come tutti gli impieghi, per farlo nel migliore dei modi ci vuole costanza e impegno, oltre che aggiornamenti continui sul settore economico e finanziario. C’è chi lo fa per un guadagno extra, chi invece è ambizioso e cerca di effettuare il salto diventando trader professionista. Ecco, di seguito, alcuni consigli su come diventare trader e non farsi fregare dagli sciacalli della Rete.

Cosa fa il trader professionista
Il trader è, per definizione, colui o colei che svolge attività di negoziazione di titoli, azioni, obbligazioni, future, derivati, valute  e così via sui mercati finanziari, attraverso l’utilizzo di Internet. Un trader effettua anche scelte autonome,  basandosi su strumenti di analisi. L’attività è considerata una professione quando diventa l’attività principale e non un secondo lavoro o un’attività svolta nel tempo libero. E, secondo le statistiche attuali, il Belpaese rischia di trovarsi numerosi trader, visto che le professioni normali purtroppo sono frenate dalla crisi e tutti hanno uno smartphone connesso ad Internet. Ci si illude di poter ottenere facili guadagni con piccoli investimenti, ma non è vero che tutti possono ottenere un sicuro ingresso economico. Per diventare trader professionisti è necessario avere una specifica preparazione teorica, una conoscenza tecnica del funzionamento dei mercati, abilità specifiche nel trading finanziario, competenza nell’utilizzo delle piattaforme di trading e attitudine all’analisi. Inoltre, sono indispensabili caratteristiche personali come la capacita di autocontrollo e di valutazione, la freddezza e la piena e costante consapevolezza dei rischi reali delle transazioni. Bisogna tenere presente che la professione di trader comporta non solo rischiare il proprio capitale, bensì anche quello di terzi, i quali pagheranno per i servizi resi. Per questo motivo, è indispensabile avere una formazione di base in ambito economico e finanziario, aggiornando le conoscenze con corsi di specializzazione, di formazione e frequentando master allo scopo di operare con efficienza sui mercati finanziari. Il suggerimento quindi è quello di leggere tanti libri e manuali introduttivi a questo mondo, testi sul Forex e rimanere aggiornato su cosa succede nel mondo, perché può essere utile se si investe in materie prime o criptovalute.

Come iniziare a fare il trader

Chi ben comincia è a metà dell’opera, diceva qualcuno: la professione di trader non può fare a meno di un computer, una connessione Internet e avere un conto corrente bancario. Ci si può rivolgere direttamente in Banca, oppure optare per una soluzione al fine di azzerare o limitare le spese. Non bisogna tralasciare la disponibilità di un investimento, ossia di una somma di denaro da poter trasferire sul conto corrente, il quale verrà utilizzata per avviare l’attività di trading. A questo punto si può iniziare a controllare le quotazioni in tempo reale e ad operare nel settore.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com